Matteo Collina

astrofotografia / fotografia / design

NGC2264
Monoceros Constellation
RA 06h 38m 29.079s
DEC +09° 51' 47.884"

KAF11000 OSC
Takahashi FSQ106 - f/3.6
Avalon M-UNO
Avalon Merlino - Remote Observatory

17x15' RGB

Sequence Generator Pro
PHD Guiding
PixInsight

12-13 Marzo 2016
Manciano
Grosseto
Italy

NGC 2264 indica un brillante ammasso aperto circondato da un grande sistema di nebulosità diffuse, all'interno della costellazione dell'Unicorno. In effetti, la prima caratteristica che colpisce esplorando quest'area di cielo con un binocolo è proprio un gruppo di circa venti stelline di colore blu, dominato dalla stella S Monocerotis, di magnitudine compresa fra la quinta e la nona, disposte a triangolo, con il vertice puntato verso sud, caratteristica che nell'emisfero australe (dove la cima appare rivolta verso l'alto) lo rende simile ad un Albero di Natale (quest'ultimo è il nome proprio dell'ammasso). Nel vertice meridionale dell'ammasso, se si osserva con un telescopio newtoniano con l'ausilio di un filtro, diventa evidente una nebulosa, nel cui bordo è presente una toppa scura a forma di cono con la punta rivolta verso il vertice dell'albero di Natale; questa struttura ha reso famosa la nube con il nome proprio di Nebulosa Cono. A nord-ovest dell'ammasso si estende inoltre una vasta nebulosità più debole, ben visibile nelle foto a lunga esposizione.

Fonte: Wikipedia

NGC2264
Monoceros Constellation
RA 06h 38m 29.079s
DEC +09° 51' 47.884"

KAF11000 OSC
Takahashi FSQ106 - f/3.6
Avalon M-UNO
Avalon Merlino - Remote Observatory

17x15' RGB

Sequence Generator Pro
PHD Guiding
PixInsight

12-13 Marzo 2016
Manciano
Grosseto
Italy

NGC 2264 indica un brillante ammasso aperto circondato da un grande sistema di nebulosità diffuse, all'interno della costellazione dell'Unicorno. In effetti, la prima caratteristica che colpisce esplorando quest'area di cielo con un binocolo è proprio un gruppo di circa venti stelline di colore blu, dominato dalla stella S Monocerotis, di magnitudine compresa fra la quinta e la nona, disposte a triangolo, con il vertice puntato verso sud, caratteristica che nell'emisfero australe (dove la cima appare rivolta verso l'alto) lo rende simile ad un Albero di Natale (quest'ultimo è il nome proprio dell'ammasso). Nel vertice meridionale dell'ammasso, se si osserva con un telescopio newtoniano con l'ausilio di un filtro, diventa evidente una nebulosa, nel cui bordo è presente una toppa scura a forma di cono con la punta rivolta verso il vertice dell'albero di Natale; questa struttura ha reso famosa la nube con il nome proprio di Nebulosa Cono. A nord-ovest dell'ammasso si estende inoltre una vasta nebulosità più debole, ben visibile nelle foto a lunga esposizione.

Fonte: Wikipedia